Home | Notizie | Iniziative | Newsletter | Valli del Mincio ( The Mincio Valleys ) | Cerca nel sito | Contatti
Menu

Pagina facebook
Amici del Mincio

Amici del Mincio - Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su iniziative e notizie dalle Valli del Mincio.

Iscriviti adesso!


Online
Abbiamo 0 utenti iscritti in linea.

Non siete registrati?
Potete farlo con un click qui.

Login
 



 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.


Scoperta delle Guardie volontarie: avvisate Arpa e Fiamme gialle

Liquami nel paradiso del parco del Mincio

Spargimenti illegali nella notte a Rodigo e Marmirolo


 


rs_cronaca I soliti ignoti hanno avvelenato ancora la terra del paradiso del parco del Mincio. Quindici biolche mantovane, l’equivalente di cinque ettari di terreno, sono state cosparse di liquami durante la scorsa notte tra Rivalta e Sacca di Goito, nei territori dei comuni di Rodigo e Marmirolo. A dispetto della normativa europea che vieta lo spargimento dei reflui zootecnici, cioé delle deiezioni animali, da novembre a febbraio, quando la mancanza di vegetazione favorisce la penetrazione nel terreno, e, soprattutto, una ferita per la zona del parco, sottoposta a tutela ambientale e considerata il paradiso della pianura padana.

Ad accorgersi dei liquami sono state le guardie ecologiche volontarie del Parco ieri mattina, durante un sopralluogo a cui ha fatto seguito l’allarme all’Arpa e alla Guardia di Finanza. Lo spargimento era stato effettuato durante la notte, con più autobotti che hanno versato i liquami in tre punti vicino a strada Bellacqua, in terreni di privati. I responsabili hanno approfittato del buio per agire e sperato nella nebbia che era prevista per la giornata di ieri per ritardare l’allarme. «Azioni di questo tipo, offensive nei confronti della natura e dei cittadini - ha affermato il presidente del Parco del Mincio, Alessandro Benatti - rischiano di compromettere gravemente tutti gli sforzi che si fanno anche con i soldi pubblici, per proteggere e migliorare anche le parti più delicate e indispensabili del nostro ambiente».

L’episodio è solo l’ultimo di una serie, i cui responsabili non sono mai stati individuati.

Veleni


Lo smaltimento dei reflui zootecnici al di fuori del periodo consentito e in quantitativi significativi provoca una “lisciviazione” dei nitrati”: si verifica cioé una penetrazione nel suolo che nella stagione invernale non assorbe normalmente queste sostanze. I nitrati, cioé arrivano senza trovare ostacoli o barriere alla falda superficiale e da questa arrivano ai fossi e poi al fiume. Anche perché d’inverno l’attività batterica del suolo, che normalmente trasforma le sostanze, è rallentata. Arrivano quindi a “nutrire” il fiume in modo eccessivo. L’“obesità” provoca un’atrofizzazione del verde.

[ Fonte: Quotidiano "Gazzetta di Mantova" del 22/01/2010 ]

Vedi altre notizie di: Rassegna stampa - cronaca


Ultimo agg. 03/02/2010 ( 12978 letture | Invia )


Gli Amici del Mincio sono la sezione ambiente della Pro Loco Rivalta (Mantova) - Crediti e disclaimer - RSS notizie
Se non diversamente specificato testi, fotografie e altri contenuti sono Copyright © 2005-2015 Pro Loco Rivalta

Privacy Policy

hosting and web design by marcomunari.it