Home | Notizie | Iniziative | Newsletter | Valli del Mincio ( The Mincio Valleys ) | Cerca nel sito | Contatti
Menu

Pagina facebook
Amici del Mincio

Amici del Mincio - Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su iniziative e notizie dalle Valli del Mincio.

Iscriviti adesso!


Online
Abbiamo 0 utenti iscritti in linea.

Non siete registrati?
Potete farlo con un click qui.

Login
 



 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.


Stop all’invasione di trigol e fior di loto, Ok del Parco al piano

Intesa tra gli enti per lo stanziamento di oltre 40mila euro Area di tutela allargata fino al Garda: la proposta in Regione


di Rita Lafelli


rs_cronaca Bye bye verdi praterie di trigol e giungle di fior di loto. La vegetazione acquatica che l’estate scorsa aveva invaso il lago di Mezzo e le Valli del Mincio, scatenando le proteste di canoisti e barcaioli, quest’anno avrà vita dura. Ieri pomeriggio la Comunità del Parco ha approvato lo stanziamento di un fondo di 40.500 euro per le azioni di contenimento della castagna d’acqua e del fior di loto.

Il progetto, che l’ente Parco orchestrerà in veste di stazione appaltante, verrà finanziato con i contributi versati dalla Provincia (5mila euro) dal Consorzio territori del Mincio (2.500 euro), dai Comuni di Mantova (25mila euro), Porto Mantovano e Curtatone (1.500 euro ciascuno) e con uno stanziamento del Parco stesso (5mila euro). I lavori di sfalcio della vegetazione saranno effettuati con i mezzi della Provincia e assegnati a un privato attraverso una gara d'appalto già in fase di preparazione.

Nel pomeriggio di ieri il Parco ha anche approvato il rendiconto di gestione 2016, che si è chiuso con entrate di oltre due milioni e 741mila euro e spese impegnate di competenza pari a due milioni e 706mila euro. Nel corso della seduta, il presidente Maurizio Pellizzer e il direttore Cinzia De Simone hanno illustrato i tanti progetti realizzati l’anno scorso, tra cui spiccano la riqualificazione del giardino romantico delle Bertone, gli interventi di dragaggio e riattivazione delle rogge sui laghi e nelle Valli, le piantumazioni al Migliaretto e al Trincerone, il recupero delle ex cave di Marmirolo e l’acquisto di mezzi per lo sfalcio e la raccolta delle canne. Ora il Parco sta lavorando ad un progetto transnazionale per la salvaguardia della biodiversità e si prepara ad installare nelle Valli del Mincio delle sonde per il monitoraggio della qualità dell’acqua.

Durante la riunione di ieri Pellizzer ha reso noto l’invio in Regione di una proposta di riorganizzazione delle zone protette che prevede la nascita di una macroarea composta dal Parco del Mincio e dalle sue riserve naturali a cui si aggiungeranno le isole Boscone e Boschina, la palude di Ostiglia, la garzaia di Pomponesco, Bosco Fontana, l’area umida di Desenzano del Garda e le zone verdi di Viadana, San Benedetto, Castiglione, Solferino, Basso Garda bresciano, Monte Medolano, San Colombano, San Lorenzo e le golene del Po e del Secchia.

Infine l’assemblea ha preso atto delle dimissioni presentate da Alessandro Benatti, che, per ragioni di lavoro e di residenza (non abita più nel Mantovano), ha deciso di lasciare il consiglio di gestione, dopo sei anni trascorsi come presidente dell’ente e cinque in veste di vicepresidente. «È stata un’esperienza meravigliosa – commenta, ricordando i numerosi progetti di cui è stato artefice: dal varo del percorso verso il Contratto di fiume al piano integrato d’area – lascio il Parco con grande affetto e tanta serenità, ringraziando tutti coloro con cui ho condiviso questo percorso».

Nel comunicare le dimissioni di Benatti, Pellizzer ha lanciato un appello, invitando gli interessati a presentare la propria candidatura a consigliere.

[ Fonte: Quotidiano "Gazzetta di Mantova" del 03/05/2017 ]

Vedi altre notizie di: Rassegna stampa - cronaca


Ultimo agg. 11/05/2017 ( 174 letture | Invia )


Gli Amici del Mincio sono la sezione ambiente della Pro Loco Rivalta (Mantova) - Crediti e disclaimer - RSS notizie
Se non diversamente specificato testi, fotografie e altri contenuti sono Copyright © 2005-2015 Pro Loco Rivalta

Privacy Policy

hosting and web design by marcomunari.it