Home | Notizie | Iniziative | Newsletter | Valli del Mincio ( The Mincio Valleys ) | Cerca nel sito | Contatti
Menu

Pagina facebook
Amici del Mincio

Amici del Mincio - Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su iniziative e notizie dalle Valli del Mincio.

Iscriviti adesso!


Online
Abbiamo 0 utenti iscritti in linea.

Non siete registrati?
Potete farlo con un click qui.

Login
 



 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.


AMBIENTE

Riduzione della riserva: via libera all’unanimità

Possibili conflitti d’interesse: sindaco, assessore e consigliere non votano.


di Rita Lafelli


rs_cronaca Non capita tutti i giorni che un sindaco abbandoni l’aula nel bel mezzo di un consiglio comunale. A Rodigo è accaduto lunedì sera, durante la discussione del progetto di ridimensionamento della riserva naturale “Valli del Mincio”. Dopo aver illustrato la determina, il sindaco Gianni Chizzoni è uscito dalla sala, dicendo: «Mio fratello è l’affittuario di uno dei lotti interessati dalla modifica. Perciò, per correttezza, non parteciperò al confronto, né alla votazione».

Insieme al primo cittadino hanno abbandonato l'aula anche l’assessore Patrizia Chiminazzo, proprietaria con il marito di un altro terreno in discussione, e il consigliere di minoranza Luca Villagrossi.

Quest’ultimo ha preferito farsi da parte, perché nel progetto è coinvolta l’area feste utilizzata dal circolo PD di Rivalta, di cui lui è presidente. Nonostante le defezioni dettate da ragioni di trasparenza, il progetto di ridimensionamento dell’oasi naturale ha messo d’accordo maggioranza ed opposizione ed è stato votato da tutti i presenti in sala. L’iniziativa s’innesta nel percorso di revisione del Ptc del Parco del Mincio, chiamato a decidere le sorti di 400 ettari di terreni, distribuiti tra Mantova, Rodigo, Curtatone e Porto.

L’area fu inserita nella riserva nel 2000, ma per un errore la delibera dell’ente non venne ratificata dal consiglio regionale. Tra i Comuni interessati, Rodigo è il primo ad esprimersi ufficialmente: «Abbiamo rispettato la volontà dei proprietari terrieri – spiega Chizzoni –. Tutti preferiscono restare nella zona di rispetto, un’area comunque tutelata dal Parco, ma soggetta a vincoli ambientali meno rigidi».

La giunta, però, è andata oltre il quesito, proponendo anche l’esclusione di alcune zone che fanno parte della riserva fin dal 1984. Tra queste vi sono dei terreni cementificati ed un canneto del Comune. L’ultima parola comunque spetterà alla comunità del Parco, a cui è stata inviata la proposta.

Iil consiglio comunale ha approvato anche due stanziamenti da 50mila euro ciascuno. Il primo verrà impiegato per la manutenzione di strade e marciapiedi, l’altro sarà usato per portare avanti la costruzione del nuovo teatro Verdi. La struttura esterna è appena stata ultimata e ora il Comune è pronto a dare il via alla realizzazione degli interni. Approvato, infine, il regolamento sulla gestione delle sagre. Il documento ha suscitato qualche critica da parte delle opposizioni, secondo cui sarebbe stato opportuno un confronto preliminare con le associazioni.

[ Fonte: Quotidiano "Gazzetta di Mantova" del 18/10/2016 ]

Vedi altre notizie di: Rassegna stampa - cronaca


Ultimo agg. 19/10/2016 ( 2694 letture | Invia )


Gli Amici del Mincio sono la sezione ambiente della Pro Loco Rivalta (Mantova) - Crediti e disclaimer - RSS notizie
Se non diversamente specificato testi, fotografie e altri contenuti sono Copyright © 2005-2015 Pro Loco Rivalta

Privacy Policy

hosting and web design by marcomunari.it